EROS RAMAZZOTTI
18 LUGLIO 2019
18 LUGLIO 2019
EROS RAMAZZOTTI

VITA CE N’È WORLD TOUR

VITA CE N’È WORLD TOUR, iniziato a San Valentino 2019, prevede più di 70 date: tra Nord e Sud America, Eros Ramazzotti toccherà città come New York, Los Angeles, Miami, Chicago, Toronto, Mexico City, Buenos Aires, Rio De Janeiro, San Paolo, Santiago del Cile e molte altre. Nei 14 live in Europa si esibirà in location strepitose in Francia, Spagna, Austria, Croazia e Italia: qui, a Stupinigi Sonic Park il 18 luglio, al Teatro Antico di Taormina per tre date in agosto e all’Arena di Verona a settembre.

Sul palco, oltre ai grandi successi che l’hanno reso celebre e con i quali ha conquistato milioni di persone in oltre 30 anni di carriera, Eros Ramazzotti presenterà le canzoni del nuovo album VITA CE N’È uscito per Polydor il 23 novembre 2018 in 100 paesi in lingua italiana e spagnola. Il disco ha debuttato direttamente al primo posto della classifica FIMI/Gfk degli album più venduti della settimana, è entrato al numero 1 anche delle classifiche di vendita di Austria e Svizzera e si è posizionato al #5 in Belgio, #6 in Spagna e al #7 in Germania.

VITA CE N’È WORLD TOUR, prodotto da Radiorama e organizzato da Vertigo, società del gruppo internazionale CTS Eventim, è la nuova occasione per portare nelle arene più importanti della musica internazionale le indimenticabili hit che hanno segnato la storia artistica del cantautore romano, che sarà accompagnato, come sempre, da musicisti d’eccezione: il Direttore Musicale Luca Scarpa al piano, Giovanni Boscariol alle tastiere, Paolo Costa al basso, Giorgio Secco alla chitarra e le tre new entry internazionali Corey Sanchez (chitarre), Eric Moore (batteria) fenomeno dell’r’n’b e della musica gospel e Scott Paddock (sax), americano celebre per le sue influenze jazz che ha collaborato, tra gli altri, anche con artisti del calibro di Natalie Cole, Jackson Browne, Ray Charles.

È un disco che parla d’amore, per me rappresenta un nuovo inizio, una sfida con me stesso e con il tempo, la voglia di lasciare un segno decisivo e di “spaccare”. È uno slogan, un auspicio, un modo per dire “andiamo avanti” perché “ripartiremo insieme, non c’è una direzione sola